Da oggi si rinnoverà per quattro giorni il tradizionale appuntamento con il Torneo nazionale della Befana. La 21. edizione, su ben 10 campi tra Padova e provincia (PalaSavio a Mortise, le comunali “Alpi” e “Romero” a Limena, il PalaCertosa a Vigodarzere, la palestra “Mazzetto” a Noventa, Taggì di Sotto, Caltana di Santa Maria di Sala, Camposampiero e Campretto di San Martino di Lupari) con la finale in programma sabato prossimo nel pomeriggio alla Kioene Arena, ben 45 formazioni provenienti da tutta Italia: 40 della categoria Aquilotti e 5 di quella Gazzelle (nati e nate nel 2008 e 2009). La novità del 2019, infatti, dopo 7 anni è il ritorno di un girone tutto rosa a San Martino di Lupari, le cui squadre, nella giornata conclusiva di sabato si confronteranno anche in un 3c3 “misto” (al mattino, dalle 9 alle 12). Consolidati altri aspetti della manifestazione: la socialità, dato che saranno le scuole locali ad ospitare i bambini delle 8 squadre da fuori regione (le 3 senesi Mens Sana, Virtus e Costone, la pol. Giovanni Masi Bologna, la Elite Roma, Juve Pontedera, SP Vignola Modena, Robur et Fides Varese), e soprattutto la solidarietà. Il Torneo della Befana sosterrà il progetto Samburu Smile: associazione no-profit nata con l’obiettivo di consentire nei paesi in via di sviluppo l’accesso all’istruzione per i bambini che vivono in condizioni disagiate.

Il Gazzettino – Edizione Padova – 02/01/2019

Tradizionale Torneo della Befana in dieci palazzetti tra città e provincia ultima modifica: 2019-01-02T09:28:09+00:00 da Torneo della Befana